logo

Fotografare i Trabocchi

Un WorkShop di fotografia arricchito (per chi vorrà) da un’esperienza culinaria della tradizione abruzzese sopra i trabocchi!! Li ho chiamati Fotomangiando cioè la fusione delle parole fotografare + mangiare! Identifica un nuovo modo di viaggiare rivolto a chi ama la fotografia ma apprezza anche il buon cibo soprattutto quello tradizionale! E’ questa la filosofia dei miei viaggi “Fotomangiando”! Sono viaggi di tipo slow, dove ci si concede il tempo di apprezzare e fotografare la bellezza dei luoghi in cui ci rechiamo, ma anche degustare le prelibatezze locali! Incontrare la gente del posto, parlare con loro, entrare a far parte anche solo per pochi giorni della cultura locale. E’ solo cosi che si va oltre il semplice click!!

 

Fotomangiando i trabocchi d’Abruzzo è un WorkShop fotografico di due giorni in cui andremo a fotografare i trabocchi d’Abruzzo nelle migliori condizioni di luce cioè al tramonto e all’alba. Vi porterò nel punto più suggestivo da cui poter scattare immagini di grande impatto! Quando la luce non ci permetterà di fare foto, andremo a conoscere un traboccante, che ci spiegherà il funzionamento del trabocco, e come si svolge l’attività di pesca. La sera per chi vorrà, andremo a cenare proprio sopra un trabocco dove potremo degustare i sapori della tradizione abruzzese tipici di questo tratto di costa!

In questi due giorni vi spiego le principali tecniche di ripresa, la scelta delle lenti per la migliore inquadratura, suggerimenti per una corretta esposizione e l’utilizzo dei filtri GND e del polarizzatore. Apprendere direttamente sul campo sperimentando per acquisire rapidamente la padronanza delle più efficaci tecniche fotografiche per paesaggio.

 

E’ un workshop in self-drive, cioè tutti i partecipanti dovranno essere dotati di propri mezzi per spostarsi! L’occasione giusta quindi per organizzarsi con altri amici e condividere il viaggio fino a San Vito!

 

Ci si ritrova intorno alle 11.00 presso la stazione ferroviaria di San Vito Lanciano dove c’è un ampio parcheggio. Per chi dovesse arrivare più tardi vengono fornite chiare indicazioni su un secondo punto di ritrovo. Andiamo dapprima a visitare il molo di San Vito dove chi vuole può consumare un pranzo leggero. Appena dopo pranzo ci dirigiamo verso la porzione di costa che si caratterizza per la più alta concentrazione di trabocchi. Qui facciamo la conoscenza del proprietario di un trabocco che ci spiega la storia del suo trabocco, ci illustra le tecniche di pesca con la rete a bilanciere e come viene controllata attraverso un argano manovrato manualmente.

 

Il pomeriggio intorno alle 18 ci spostiamo nella location predefinita per cogliere le luci del tramonto in cui incastonare le forme uniche dei trabocchi. Dato l’alto numero di trabocchi presenti in questa zona, ogni partecipante può scegliere il trabocco che più preferisce ricercando proprie inquadrature in totale libertà e soprattutto senza soffrire della presenza di altri fotografi (problema con cui ci si scontra quando si va a fotografare in gruppo!). La sera si cena su un trabocco e dopo tutti a nanna (costi di pernotto e cena non inclusi nella quota di parteipazione. Vengo suggerite strutture B&B a prezzo convenzionato). Al mattino del giorno dopo, sveglia presto per recarsi di nuovo lungo la costa a cogliere i colori dell’alba, alquanto diversi da quelli del tramonto. La costa abruzzese infatti guarda ad oriente quindi durante l’alba il sole nasce dal mare creando degli effetti di luce molto interessanti. Se poi Madre Natura si mostra generosa regalandoci delle nuvole alte che però lasciano il cielo libero verso l’orizzonte, allora saremo in presenza delle condizioni ideali per scattare foto eccezionali!!

 

Durante il corso verranno spiegate le principali tecniche di ripresa di paesaggio, l’utilizzo dei filtri neutri e degradanti per bilanciare l’intensità della luce, come scattare foto a lunga esposizione anche di giorno, come calcolare correttamente il tempo d’esposizione con filtri ND. L’attrezzatura consgliata è una macchina fotografica Reflex con almeno un obiettivo grandagolare, e possibilmente un set di filtri ND. Tutte e location fotografiche sono facilmente raggiungibili. Si raccomanda di indossare comode scarpe da ginnastica per camminare sul selciato dell’ex ferrovia FS oramai totalmente smantellata.

Ulteriori informazioni e dettagli verranno fornite agli iscritti in modo da togliere ogni eventuale dubbio.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X